Prüflabor - Alles über die Goeth GmbH Fachartikel und Buchveröffentlichungen Unser Seminarangebot So erreichen Sie uns Impressum
 
    Realizziamo perizie forensi
     
    indietro
     
     
     
     
     
     
     
     
 
Realizziamo perizie forensi
 
 

La relazione del perito può essere utilizzata per svariati fini. Si ricorre alle conoscenze specifiche particolari del perito (purtroppo una professione non tutelata in Germania) per determinare una certa situazione di danno, ad esempio ad un motore, ad un edificio, ecc., con l’obiettivo di stabilire se si tratta di un difetto/un vizio di produzione, ovvero di uso o di applicazione erronei. La perizia forense viene redatta nell’ambito di una controversia giudiziaria (processo civile/penale – elementi probatori della colpevolezza del reato).

Essa fornisce al giudice, al pubblico ministero o all’avvocato, non esperti in materia, le informazioni sui retroscena, necessarie per emanare la sentenza giudiziale. Non a caso il perito forense viene spesso denominato “l’aiutante del giudice”.

Considerato il fatto che molte sentenze e processi giudiziali vengono emanati sulla base di una perizia o che si ricorre ad una perizia per rivendicare diritti di natura finanziaria o per la condanna o l’assoluzione dell’imputato, il perito ha una responsabilità elevata nei procedimenti giudiziari. Ciò richiede la massima accuratezza nella stesura della perizia, nonché l’utilizzo delle nozioni più aggiornate ed attuali in materia di scienza e di tecnica. Il legislatore prevede pertanto il ricorso a periti nominati e giurati o certificati nei procedimenti giudiziari (§ 73/2 del codice di procedura penale, § 404/2 del codice di procedura civile).

Nel Laboratorio tecnico-giudiziario Göth GmbH sono impiegati periti nominati iscritto nell’albo e giurati che redigono, tra le altre mansioni, perizie giudiziarie. A tale scopo sono disponibili attrezzature tecniche modernissime, quali macchine fotografiche digitali ad alta risoluzione, programmi di elaborazione ed apparecchi di sviluppo delle immagini, microscopi a zoom stereo e microscopi a scansione elettronica. Vengono inoltre realizzati corsi di perfezionamento professionale che superano di gran lunga i requisiti richiesti in materia.

Queste ed altre misure hanno fatto sì che il Laboratorio tecnico-giudiziario Göth GmbH possa redigere le perizie commissionate conformemente ai requisiti di un manuale di gestione.

Le nostre perizie sono pertanto certificate ai sensi della norma DIN EN ISO 9001:2000.
Tale certificazione crea i presupposti per ottenere la massima trasparenza ed i massimi standard qualitativi.

Requisiti periziali

La perizia deve contenere determinate informazioni, in base a precise regole. Una delle regole riguarda l’inserimento nella perizia del nome del perito. Ciò si rende necessario soprattutto nel caso di grandi organizzazioni di periti, per sapere con trasparenza chi è l’autore del documento. La regola vale anche per le perizie realizzate per enti o autorità, pur considerando che il legislatore prevede in questi casi la lettura a voce alta del documento periziale.

Le informazioni pervenute, giunte a conoscenza o comunicate al perito precedentemente alla stesura della perizia vengono registrate come fatti di riferimento. Nelle perizie redatte dal laboratorio Göth GmbH, esse si trovano alla voce “oggetto e motivo dell’accertamento”.

L‘ “ordine di accertamento” deve essere descritto in modo chiaro nella perizia. In una perizia giudiziaria deve essere citata alla lettera l’ordinanza di ammissione delle prove, da rispettare al momento di realizzazione della perizia. Nella perizia devono essere citati il “metodo di accertamento, gli ausili, le fonti ed i fondamenti” a disposizione del perito ovvero utilizzati da quest’ultimo per la stesura del documento. Tali informazioni vanno trattate in modo molto differenziato dal perito.

Nel caso di edifici, autoveicoli o di oggetti deve avvenire una descrizione chiaramente comprensibile, che illustri al lettore che cosa è stato analizzato dal perito. Sono da omettere i giudizi di carattere personale, in quanto si tratta di una descrizione oggettiva delle condizioni o dell’entità in oggetto.
Le sue “dichiarazioni” devono contenere informazioni relative a data, luogo di realizzazione della perizia, nonché presenza di testimoni.  Seguono, facendo uso della sua competenza in materia, le descrizioni di quanto accertato, necessarie per il risultato della perizia, presentate nel modo più differenziato possibile.

Il perito deve sempre tenere presente che la sua perizia deve poter essere verificata da un collega perito. Importante in questo contesto è anche limitarsi ad una descrizione dei fatti. Le considerazioni di carattere personale sono fuori luogo.

Il “risultato dell’accertamento“ deve contenere la valutazione competente dedotta dalle analisi compiute. Ai fini della ricostruzione logica dei fatti è necessario motivare tale valutazione in modo dettagliato, per comunicare al lettore della perizia il parere convinto dell’esperto. Per una presa d’atto rapida dei risultati della perizia si consiglia di inserire un “riassunto“ o una “breve esposizione dei risultati“.

A conclusione del documento, il perito deve firmare la perizia ed apporre il proprio timbro. I timbri circolari sono riservati ai periti iscritti nell’albo e giurati. Ai sensi dell’attuale precisazione della legge, il perito può rinunciare alla formula di giuramento.

 




Modello di perizia (in lingua tedesca)



700522 - 10 MB - ED-Schaden
702952 - 3 MB - ED-Schaden
706252 - 2 MB - Schlossuntersuchung
707424 - 15 MB - Brandschaden
708026 - 22 MB - Brandschaden
800117 - 17 MB - Brandschaden
800852 - 12 MB - Zylinderuntersuchung
800922 - 7 MB - ED-Schaden
800926 - 18 MB - Brandschaden



Per la visione è necessaria la versione gratuita di | Adobe Acrobat Reader |


Vedi a tale proposito l’articolo specializzato n°.: 13, n°.: 14, n°.: 18, n°.: 28,

13. Betrug und kein Ende
14. Beweisführung durch Ausschluss
18. Manipulationen, Einbrüche und andere “dubiose Fälle”
28. Überwindung von Türen und Fenstern, Spurenlage und Nachweismöglichkeiten



 




Mitglied der EVU Mitglied der Lockmaster-Gruppe DIN EN ISO 9001:2000 zertifiziert
Membro fondatore dell’EVU , del Lockmaster-Gruppe Abt. Forensik, e del DGfK

© 2011 Goeth GmbH / crefos Werbeagentur

Prestazioni Laboratorio Pubblicazioni Seminari Contatto Colophon